Trekking - Montese - Sentiero delle Macine

Il sentiero Delle Macine e di Striscialacqua vede come punto di partenza e di arrivo, la piazza antistante la Caffetteria Vecchia Piazza di Montese e ci porterà alla scoperta dei luoghi ove un tempo venivano cavati i massi per scalpellare e dare forma alle macine dei mulini ad acqua , numerosi un tempo nel Montesino. Ci porterà ai piedi della Cascata di Striscialacqua in un percorso immerso nei boschi e castagneti del luogo. È raccomandato un abbigliamento comodo e calzature idonee per un percorso spesso scivoloso e di media difficoltà . PS: I presenti testi informativi, dei luoghi di interesse lungo il percorso, sono stati curati da Corrado Turra

Differenza altimetrica 195 Meter (601 a 796 Meter)
Ascesa totale 266 Meter
Discesa totale 267 Meter

7.08 km - 1h 46m 12s - Altezza: 197 m

10


LUOGHI D'INTERESSE

5° Fare attenzione al tratto che si percorre


Il sentiero 440 che scende verso la località di Bago, e in cattive condizioni e' quindi opportuno fare attenzione.

VISUALIZZA MAPPA

9° Video nel luogo dove si trova la macina


Nel luogo dove si trova la macina, sono ancora ben visibili i punti di scavo per estrarre i massi più duri e compatti, adatti ad essere lavorati.

VISUALIZZA MAPPA

4° Seguiamo il tracciato 440


Seguiamo il tracciato 440 del Belvedere per un breve tratto. Dalla località Le Coste ove durante l'ultima guerra era posizionata una batteria contraerea e i bambini del luogo si divertivano a guardare i soldati all' opera, stando seduti sui bossoli dei proiettili già sparati. Merita di essere citata una breve storia: L'allora bambino Lucchi Antonio qui residente, fu inviato dai comandanti Tedeschi , non tanto con buone maniere a scoprire se i Brasiliani erano già arrivati a Maserno. In effetti trovo' dei soldati che voltandosi verso di lui Mostrarono il colore scuro della loro pelle e non avendo mai visto fino a quel giorno, un uomo che non fosse bianco, fece la strada di ritorno tutta di corsa per la paura.

VISUALIZZA MAPPA

3° Numerosi tratti rientrano nei sentieri mappati


Anche nel caso del sentiero delle Macine , numerosi tratti rientrano nei sentieri mappati e segnalati . Questo è il punto in cui ha inizio il vero e proprio percorso

VISUALIZZA MAPPA

13° Località Mulino di Montese


Il percorso tiene la sinistra e giunge in località Mulino di Montese dove un tempo lavoravano ben due mulini consecutivi. Certamente i destinatari delle macine lavorate a monte.

VISUALIZZA MAPPA

14° Deposito dell'acquedotto comunale


Sulla sinistra si incontra il deposito dell'acquedotto comunale dove è possibile riempire di acqua fresca le eventuali borracce . Degno di nota sul luogo e' che ormai completamente sommerso dalla vegetazione, fino agli anni 60 , era attivo un piccolo allevamento di Trote.

VISUALIZZA MAPPA

16° Cascata di Striscialacqua


Il cartello indica il nostro arrivo sotto la cascata di Striscialacqua da cui è possibile salire verso la frazione di Maserno e il campeggio Ecochiocciola.

VISUALIZZA MAPPA

10° Paesaggio verso la valle del Panaro.


I frequenti spazi tra le piante, permettono di ammirare il paesaggio verso la valle del Panaro.

VISUALIZZA MAPPA

11° Località Castagnoli


Il sentiero sbuca in località Castagnoli incrociando la carreggiata che riconduce al centro di Montese paese via Vereta. Il percorso gira a sinistra, verso la località Vagliaghe.

VISUALIZZA MAPPA

6° Coordinate 44.265, 10.94


Dopo qualche centinaio di metri, il tracciato lascia il sentiero 440 è svolta sulla destra ma è di difficile individuazione vista la vegetazione presente a completa copertura del vecchio sentiero. Di notevole rilievo il fatto che i sassi e le rocce a lato del sentiero fino a qui percorso, sono ricchi di fossili e non di rado e' possibile trovare denti di squalo fossilizzati.

VISUALIZZA MAPPA

18° Mulino della Fredda


Lasciata la cascata il sentiero risale il ripido pendio fino ad arrivare al mulino della Fredda del quale ne resta in piedi una parte.

VISUALIZZA MAPPA

24° località Piane di Bago


Si arriva senza difficoltà in località Piane di Bago dove non è difficile incontrare qualche sportivo che si allena nello sport tradizionale del Lancio del Ruzzolone lungo le piste " Treppi" appositamente costruite. Si attraversano risalendo verso l'ex laghetto per la pesca e il campo sportivo comunale.

VISUALIZZA MAPPA

8° Un vero tesoro nascosto


Una volta rientrati nel bosco, il sentiero risulta piuttosto visibile e prosegue praticamente pianeggiante in mezzo al bosco, fino a scoprire quello che per molti è una leggenda; una macina già praticamente ultimata e' ancora lì , nel luogo dove è stata lavorata. Un vero tesoro nascosto.

VISUALIZZA MAPPA

1° Caduti di Tutte le Guerre


Il monumento ai Caduti di Tutte le Guerre presente nella piazza di partenza e' il riferimento per attraversare la via in direzione del Municipio. Testi di Corrado Turra

VISUALIZZA MAPPA

21° via Romea Nonantolana.


Dopo circa 100 mt di strada asfaltata si svolta a sinistra sulla via Romea Nonantolana.

VISUALIZZA MAPPA

7° Alberi abbattuti e vegetazione ricoprente


Questo tratto , anche se breve e' di difficile individuazione in mezzo ad alberi abbattuti e vegetazione ricoprente. Un riferimento è anche tutta la parte bassa di un campo recintato per cavalli.

VISUALIZZA MAPPA

19° La Maestà della Fredda


La Maestà della Fredda che lasciamo alla sinistra del percorso.

VISUALIZZA MAPPA

20° Agriturismo Il Palazzino


Si giunge poi all' Agriturismo Il Palazzino, luogo accogliente dove è possibile degustare specialità locali , acquistare le rinomate patate di Montese e numerosi prodotti ricavati dalle mele biologiche di varietà antiche. Calata nel verde di boschi e prati, l'agriturismo "Il Palazzino" ha cercato di conservare intatte le sue radici presentandosi con ambienti ed arredi come nel 1867. Splendida casa padronale circondata da ettari di terra coltivati con le produzioni tipiche dell'area (patate, castagne, ciliegie, mele, noci). L'atmosfera è calda ed accogliente, rallegrata dal fuoco del camino e dalla spontanea simpatia del gestore. Nell'azienda tutto

VISUALIZZA MAPPA

15° Gola del Diavolo


Il sentiero sale attraverso la Gola del Diavolo tra i castagni e muri di sasso che una volta, impedivano ai ricci e alle castagne, di rotolare a terra fino al sentiero perché le normative consentivano a chiunque di raccogliere i frutti caduti sulle vie di passaggio ma fuori da queste, la raccolta era riservata ai proprietari che sovente dormivano anche sul posto a guardia dei loro prodotti.

VISUALIZZA MAPPA

22° strada ciottolata


Il percorso presenta alcuni tratti di strada ciottolata di antica fattezza e maestria è un tempo era la strada più frequentata per il collegamento tra il capoluogo Montese e la frazione di Maserno.

VISUALIZZA MAPPA

2° Info sul percorso


La cartellonistica presente all' inizio del percorso ci narra del territorio. Testi di Corrado Turra

VISUALIZZA MAPPA

23° Posta del Frate


Sulla destra del sentiero e' visibile una lapide a memoria di un frate missionario qui deceduto. Il luogo viene infatti chiamato " Posta del Frate"

VISUALIZZA MAPPA

17° Punto pic nic Striscialacqua


Alla base della cascata si possono trovare tavolini e panchine per uno spuntino. La cascata durante i mesi di Luglio, Agosto e Settembre e' molto spesso asciutta ma nel resto dell'anno risulta molto affascinante.

VISUALIZZA MAPPA

25° L' anello e il percorso si chiudono qui


Arrivati su Viale dello Sport si svolta a sinistra fiancheggiando l'area della pista di scattinaggio, la piscina e la Sala Giochi. Il monumento ci dà il bentornato nel centro del paese e quindi nel luogo di partenza. L' anello e il percorso si chiudono qui.

VISUALIZZA MAPPA

12° L' antica Maestà delle Vagliaghe


L' antica Maestà delle Vagliaghe,sfuggita ai recenti restauri della maggior parte delle altre presenti sul territorio.

VISUALIZZA MAPPA